Vai a sottomenu e altri contenuti

Carta d'identità ai maggiorenni

L'articolo 10 del decreto-legge 13 maggio 2011 n. 70, recante ''Prime disposizioni urgenti per l'economia'', ha introdotto nuove disposizioni in materia di rilascio di carta d'identità, modificando l'articolo 3 del TULPS, R.D. 773/1931. Alla luce delle nuove disposizioni è soppresso il limite di età minimo per il rilascio della carta d'identità, precedentemente fissato in quindici anni, ed è stabilita una validità temporale diversa di tale documento, a seconda dell'età.

La carta di identità è rilasciata ai cittadini fin dalla nascita.
Ha validità di:
• 3 anni per i minori di anni 3
• 5 anni per coloro che hanno una età compresa tra i 3 anni (compiuti) e i 18 anni (non ancora compiuti)
• 10 anni per i maggiori di anni 18
e scade nel giorno del proprio compleanno.
La carta d'identità dovrà riportare la firma del titolare che abbia compiuto dodici anni, salvo i casi di impossibilità a sottoscrivere.
Per i cittadini italiani equivale al passaporto ai fini dell'espatrio negli Stati membri dell'Unione Europea e in quelli in cui vigono particolare accordi internazionali.
Per un elenco aggiornato dei paesi per i quali è sufficiente la carta d'identità, si consiglia la consultazione del sito Viaggiare Sicuri, a cura del Ministero degli Affari Esteri e dell'ACI: http://www.viaggiaresicuri.mae.aci.it/aciWeb/it/home.jsp
I cittadini stranieri residenti possono ottenere una carta d'identità che ha esclusivamente valore di documento di riconoscimento e non costituisce titolo per l'espatrio, la cui legittimità è legata alla validità del permesso/carta di soggiorno cui deve sempre essere accompagnata.
Non è previsto il rilascio della carta d'identità ai cittadini stranieri non residenti in Italia.
La carta di identità valida per l'espatrio rilasciata ai minori di età inferiore agli anni 14 puo' riportare, a richiesta, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci. I nominativi saranno indicati sull'ultima facciata del documento di identità del minore e potranno anche essere aggiunti su un documento precedentemente rilasciato.
L'uso della carta d'identità ai fini dell'espatrio dei minori di anni quattordici è subordinato alla condizione che essi viaggino in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, o che venga menzionato, in una dichiarazione rilasciata da chi puo' dare l'assenso o l'autorizzazione, il nome della persona, dell'ente o della compagnia di trasporto a cui i minori medesimi sono affidati. Tale dichiarazione è convalidata dalla Questura.


Primo rilascio
I cittadini residenti e gli italiani iscritti all'AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero) devono presentarsi personalmente all'Ufficio Anagrafe muniti di valido documento di identità.
In casi eccezionali, la carta d'identità può anche essere rilasciata a persone non residenti dietro motivata richiesta. In questo caso però i tempi di consegna dipendono dal periodo occorrente per il rilascio del nulla-osta da parte del Comune di residenza.
Documentazione occorrente : cittadino maggiorenne
• 3 fotografie recenti a mezzo busto, a capo scoperto (ad eccezione dei casi in cui la copertura del capo con velo, turbante o altro sia imposta da motivi religiosi, perché i tratti del viso siano ben visibili).
• un documento di riconoscimento valido o, in mancanza di questo, la presenza di due testimoni muniti di valido documento di riconoscimento.
Documentazione occorrente: cittadino minorenne (0 - 18 anni)
• 3 fotografie recenti a mezzo busto, a capo scoperto (ad eccezione dei casi in cui la copertura del capo con velo, turbante o altro sia imposta da motivi religiosi, purché i tratti del viso siano ben visibili).
• un documento di riconoscimento valido o, in mancanza di questo, la presenza dei genitori o di due testimoni muniti di valido documento di riconoscimento.
Per la validità per l'espatrio per i cittadini italiani occorre, oltre alla presenza del minore, la presenza di entrambi i genitori muniti di un valido documento di identità per concedere l'assenso all'espatrio per il figlio.

Rinnovo
Può essere richiesto a decorrere dal 180° giorno precedente la scadenza.
E' necessario presentarsi allo sportello dell'Anagrafe con i seguenti documenti:
• 3 fotografie recenti a mezzo busto, a capo scoperto (ad eccezione dei casi in cui la copertura del capo con velo, turbante o altro sia imposta da motivi religiosi, purché i tratti del viso siano ben visibili).
• la carta di identità scaduta o in scadenza;
se la carta d'identità che si restituisce non è più idonea all'identificazione della persona occorre un altro valido documento di riconoscimento. In mancanza è necessaria la presenza di due testimoni muniti di documento d'identità.

Smarrimento o furto
Occorre presentarsi allo sportello con la documentazione seguente:
• 3 fotografie recenti a mezzo busto, a capo scoperto (ad eccezione dei casi in cui la copertura del capo con velo, turbante o altro sia imposta da motivi religiosi, purchè i tratti del viso siano ben visibili).
• l'originale, più una fotocopia, della denuncia di smarrimento o furto resa all'autorità di pubblica sicurezza (Carabinieri o Polizia);
• altro documento di riconoscimento valido per il rilascio (in mancanza occorre la presenza di due testimoni muniti di documento d'identità valido).

Deterioramento
E' necessario presentarsi allo sportello con i documenti seguenti:
• 3 fotografie recenti a mezzo busto, a capo scoperto (ad eccezione dei casi in cui la copertura del capo con velo, turbante o altro sia imposta da motivi religiosi, purchè i tratti del viso siano ben visibili).
• il documento deteriorato;
• altro documento di riconoscimento. In mancanza occorre la presenza di due testimoni muniti di documento d'identità.

Servizio a domicilio per persone non deambulanti
Il cittadino che per gravi motivi è impossibilitato a presentarsi personalmente allo sportello può richiedere il servizio a domicilio.

Tempi di erogazione
Immediato salvo quanto previsto per i non residenti.
Contribuzione
II rilascio della carta d'identità è soggetto (in tutti i casi) al pagamento dei diritti comunali € 5,42. In caso di duplicato il costo è di € 10,59
Per duplicato si intende qualsiasi rilascio di nuova Carta di Identità prima dei 180 giorni precedenti la scadenza della vecchia.

Requisiti

Avere 18 anni ed essere cittadino italiano.

Costi

5,47 €

Normativa

  • T.U.L.P.S. (Regio Decreto numero 773/1931).
  • Regio Decreto 06.05.1940, numero 635, articoli 288 - 294.
  • Legge 18.02.1963, numero 224.
  • Decreto del Presidente della Repubblica 30.12.1965, numero 1656.
  • Legge 21.11.1967, numero 1185.
  • Legge 04.04.1977, numero 127.
  • Decreto del Presidente della Repubblica 06.08.1974, numero 649.
  • Legge 28.02.1990, numero 39, articolo 6.
  • Legge 15.05.1997, numero 127.
  • Legge 06.08.2008, numero 133.
  • decreto-legge 13 maggio 2011 n. 70

Documenti da presentare

  • tre fotografie formato tessera, recenti, a capo scoperto, uguali tra di loro;
  • carta d'Identità ancora valida (se esiste), che va sempre riconsegnata all'Ufficio;
  • oppure un documento di riconoscimento in corso di validità, e cioè non scaduto;
  • oppure, se l'interessato non possiede documenti, occorre la presenza di due testimoni maggiorenni, anche parenti del richiedente, che abbiano un documento di riconoscimento valido;
  • in caso di furto o smarrimento, copia e relativa fotocopia della denuncia presentata all'Autorità di Pubblica Sicurezza.

Solo nei casi di furto, smarrimento o deterioramento di una Carta d'Identità ancora valida e rilasciata dal Comune è possibile avere una Carta nuova senza bisogno di produrre un documento di riconoscimento o di essere accompagnato da testimoni.

Incaricato

Ufficiale Anagrafe

Tempi complessivi

Emissione Immediata

Note

Se un cittadino, per motivi di salute, è impossibilitato a presentarsi all'Anagrafe, può richiedere di usufruire dei ''Servizi Anagrafici a Domicilio''.

Una persona maggiorenne dovrà recarsi all'Anagrafe con la documentazione richiesta e firmare una richiesta in cui dichiara l'esistenza dell'impedimento, dopodiché un incaricato si recherà al suo domicilio per consegnare la Carta e raccogliere le firme.
I dati relativi a cognome, nome, luogo e data di nascita, cittadinanza, stato civile e residenza contenuti nella Carta d'Identità, se ancora validi, possono essere utilizzati dall'interessato nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni (o dei gestori di pubblici servizi) per comprovare la propria posizione; in questo caso le Pubbliche Amministrazioni (o i gestori di pubblici servizi) non possono richiedere certificati attestanti i dati contenuti nel documento.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto